gli anni di carta 
Mappa | 3 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 anni
 :: presentazione
 :: 2015
 :: 2014
 :: 2013
 :: 2012
 :: 2011
 :: 2010
 :: 2009
 :: 2008
 :: 2007
 :: 2006
 :: 2005
 :: 2004
 :: 2003
 :: 2002
 :: 2001
 :: 2000
 :: 1999
 :: 1998
 :: 1997
 :: 1996
 :: 1995
 :: 1994
 :: 1993
 :: 1992
 :: 1991
 :: 1990
 :: 1989
 :: 1988
 :: 1987
 :: 1986
 :: 1985
 :: 1984
 :: 1983
 :: 1982
 :: 1981
 :: 1980
 :: 1979
 :: 1978
 :: 1977
 :: 1976
 :: 1975
 :: 1973
 :: 1970
 :: 1968
 :: 1967
 :: 1966
 :: 1964
 :: 1960
 ::  senza data

 note
 :: autore
 :: email
 :: link
 :: riferimenti

 Ricerca
  

  io il piccolo principe
  21

 

sotto il melo

ero così triste

chiesi alla volpe

di giocare.

non posso

mi rispose

per giocare bisogna

essere addomesticati

e addomesticare è una cosa

molto dimenticata

significa

creare dei legami.

se tu mi addomesticherai

noi avremo bisogno

l'uno dell' altro

e tu sarai per me

l'unico al mondo

e io sarò per te

l'unica al mondo -

cominciavo a capire.

c'è un fiore

credo mi abbia addomesticato.

la vita è monotona

tutti gli uomini

si assomigliano.

ma quando ci si addomestica

s'impara a conoscere

un rumore di passi diverso

da tutti gli altri

quando ci si addomestica

i campi di grano ricordano

i capelli color oro.

non si conoscono

che le cose che si addomesticano

e non c'è più tempo

per conoscere nulla

si comprano dai mercanti

cose già fatte

non si hanno più amici.

per addomesticarsi

bisogna essere molto pazienti

guardarsi

con la coda dell'occhio

in silenzio

(le parole sono fonte di malintesi)

ci si può sedere un pò più vicini

ogni giorno

meglio alla stessa ora

per prepararsi il cuore.

poi

all'ora della partenza

si piange

e la colpa è nostra

ma ci si guadagna

il colore del grano.

sì le altre rose

non erano ancora niente

belle e vuote

per loro non si poteva morire

rassomigliavano alla mia

ma per il passante

la mia che ho ascoltato

lamentarsi o vantarsi o anche

qualche volta

tacere

- addio

disse la volpe

ti regalo il mio segreto

l'essenziale è invisibile agli occhi -

- l'essenziale è invisibile agli occhi -

ripetei per ricordarmelo.

cosi è il tempo perduto per la mia rosa

che l'ha resa importante

(è una verità dimenticata)

io sono responsabile per sempre

di quello che ho addomesticato

- io sono responsabile -

ripetei per ricordarmelo


 
 lavori
 :: - Ho lasciato la strada vecchia per la nuova - come Cristoforo Colombo -
 :: appunti di viaggio
 :: eventi-mostre
 :: frammenti
 :: il dubbio e la certezza
 :: il gatto dalle unghie gentili
 :: il gioco nel mondo
 :: il lione e la gazella
 :: il signor x
 :: io il piccolo principe
 :: la 500 rossa
 :: la finestra [corto]
 :: lettere a maria
 :: marginalia
 :: poes?a 1
 :: poster
 :: storie di cose incontrate
 :: storie di graffi
 :: svite d'artisti
 :: t-shart
 :: una storia zuccherata

 elenco aggiornamenti
 :: data-voce

 libri
 ::  il signor x [Finzi Editore - Tunisi]
 :: I MONACI, LA MASCA E LA STREGA

 testi tradotti
 :: "السيد "ايكس
 :: arabo
 :: francese
 :: inglese
 :: olandese
 :: tedesco

 web partners

 

il gioco nel mondo

giocarsi

barberìa ensemble

Il Corriere di Tunisi

il foglio

 

 


 Archivio
 ::  27 
 ::  26 
 ::  25 
 ::  24 
 ::  23 
 ::  22 
 ::  21 
 ::  20 
 ::  19 
 ::  18 
 ::  17 
 ::  16 
 ::  15 
 ::  14 
 ::  13 
 ::  12 
 ::  11 
 ::  10 
 ::  9 
 ::  8 
 :: . 
 ::  7 
 ::  6 
 ::  5 
 ::  4 
 ::  3 
 ::  2 
 ::  1 
 ::  .. 
 ::  . 

delfino maria rosso - gli anni di carta - copyright © 2005 - powered by fullxml