gli anni di carta 
Mappa | 3 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 anni
 :: presentazione
 :: 2015
 :: 2014
 :: 2013
 :: 2012
 :: 2011
 :: 2010
 :: 2009
 :: 2008
 :: 2007
 :: 2006
 :: 2005
 :: 2004
 :: 2003
 :: 2002
 :: 2001
 :: 2000
 :: 1999
 :: 1998
 :: 1997
 :: 1996
 :: 1995
 :: 1994
 :: 1993
 :: 1992
 :: 1991
 :: 1990
 :: 1989
 :: 1988
 :: 1987
 :: 1986
 :: 1985
 :: 1984
 :: 1983
 :: 1982
 :: 1981
 :: 1980
 :: 1979
 :: 1978
 :: 1977
 :: 1976
 :: 1975
 :: 1973
 :: 1970
 :: 1968
 :: 1967
 :: 1966
 :: 1964
 :: 1960
 ::  senza data

 note
 :: autore
 :: email
 :: link
 :: riferimenti

 Ricerca
  

  il signor x

 359

 

- il più classico

 

dei giochi

di squadra

è quello

del calcio

 

nelle partite

del suo

dormiveglia

il signor x

non aveva

mai

passato la palla -

 

 360

 

- non c’è più

 

in noi

angolo

nascosto

che internet

non conosca

 

complice anche

il signor x

 

suo

malgrado -

 

 361

 

- che il tempo

 

passi

non è

una novità

 

ci sono

antichi proverbi

al riguardo

 

ma

al signor x

lo ricordò

il gatto

(dalle unghie gentili)

con

le due dita

di rosé

diventate

di bianco

 

già -

 

[Delfino Maria Rosso – il gatto dalle unghie gentili – ed. Finzi, Tunisi 2011]

 

 362

 

- i grandi

 

pittori

dipingono

ciò che

non si vede

 

il signor x

scriveva

ciò che

non si legge -

 

 363

 

- al dogon

 

insegnano:

ciò

che nasce

muore

 

al signor x:

ciò

che muore

nasce -

 

 364

 

- dimenticare

 

serve

a vivere

 

per questo

il signor x

soffriva

di una

amnesia

volontaria -

 

 365

 

- il cambiar casa

 

può creare

problemi

 

ci vuole

tempo

per riappropriarsi

dello spazio

 

non

per il signor x

 

lui viveva

cercandosi

nei dettagli -

 

 366

 

- come previsto

 

il gatto

arrivò

nell’estate

in edicola*

 

nessuno notò

che gli avevano

tagliato le unghie

 

solo

il signor x

se ne accorse

 

quando

si guardò le mani -

 

* il gatto dalle unghie gentili, inserto de “Il Corriere di Tunisi”, n. 96, luglio-agosto 2011

 

 367

 

- sparire

 

non è

così

insolito

 

per

il signor x

la vita

era piena

di vuoti -

  

[su tema di Elena Benaglia]

 

 368

 

- la realtà

 

cambia

non

per colpa

delle cose

ma

nostra

 

il signor x

arrivò

al solito bar

si sedette

al solito tavolo

e ordinò

il solito

 

ma niente

era più

come prima -

 

 369

 

- ci sono

            

silenzi

e silenzi.

 

quella volta

il signor x

lo prese

per il verso

giusto

 

non c’era

più niente

da dire -

 

 370

 

- la fotografia

            

è impietosa

ripropone

con puntigliosa

insistenza

ciò

che è stato

 

il signor x

rubava

con i suoi occhi

le immagini

per poi

raccontarle

come

di volta in volta

la memoria

gli suggeriva -

 

Pagina: Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 Prossima
 
 lavori
 :: - Ho lasciato la strada vecchia per la nuova - come Cristoforo Colombo -
 :: appunti di viaggio
 :: eventi-mostre
 :: frammenti
 :: il dubbio e la certezza
 :: il gatto dalle unghie gentili
 :: il gioco nel mondo
 :: il lione e la gazella
 :: il signor x
 :: io il piccolo principe
 :: la 500 rossa
 :: la finestra [corto]
 :: lettere a maria
 :: marginalia
 :: poes?a 1
 :: poster
 :: storie di cose incontrate
 :: storie di graffi
 :: svite d'artisti
 :: t-shart
 :: una storia zuccherata

 elenco aggiornamenti
 :: data-voce

 libri
 ::  il signor x [Finzi Editore - Tunisi]
 :: I MONACI, LA MASCA E LA STREGA

 testi tradotti
 :: "السيد "ايكس
 :: arabo
 :: francese
 :: inglese
 :: olandese
 :: tedesco

 web partners

 

il gioco nel mondo

giocarsi

barberìa ensemble

Il Corriere di Tunisi

il foglio

 

 


 Archivio
 :: 438 
 :: 439 
 :: 440 
 :: 442 
 :: 447 
 :: 435 
 :: 434 
 :: 433 
 :: 432 
 :: 431 
 :: 426 
 :: 427 
 :: 428 
 :: 429 
 :: 430 
 :: 425 
 :: 422 
 :: 423 
 :: 424 
 :: 421 

delfino maria rosso - gli anni di carta - copyright © 2005 - powered by fullxml