gli anni di carta 
Mappa | 2 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 anni
 :: presentazione
 :: 2015
 :: 2014
 :: 2013
 :: 2012
 :: 2011
 :: 2010
 :: 2009
 :: 2008
 :: 2007
 :: 2006
 :: 2005
 :: 2004
 :: 2003
 :: 2002
 :: 2001
 :: 2000
 :: 1999
 :: 1998
 :: 1997
 :: 1996
 :: 1995
 :: 1994
 :: 1993
 :: 1992
 :: 1991
 :: 1990
 :: 1989
 :: 1988
 :: 1987
 :: 1986
 :: 1985
 :: 1984
 :: 1983
 :: 1982
 :: 1981
 :: 1980
 :: 1979
 :: 1978
 :: 1977
 :: 1976
 :: 1975
 :: 1973
 :: 1970
 :: 1968
 :: 1967
 :: 1966
 :: 1964
 :: 1960
 ::  senza data

 note
 :: autore
 :: email
 :: link
 :: riferimenti

 Ricerca
  

  il signor x

 227

 

- il tempo

 

della semina

per poi

attendere

il raccolto.

 

nella

dolce attesa

al signor x

tagliarono

le mani. -

 228

 

- se

 

il signor x

fosse stato

un vecchio

gatto

sarebbe

comunque

corso dietro

a una giovane

topa

per una

insolita fame.

 

caritatevoli mani

gli porsero

un boccone

avvelenato. -

 229

 

- attenzione

 

a fare coccole

su una schiena.

 

il signor x

non lo sapeva

quando

fu accoltellato

alle spalle. -

 230

 

- quando

 

il vecchio gatto

se ne andò

all’altro mondo

ci fu

chi si offrì

al signor x

per riportarlo

in vita.

 

non ci si era

accorti

che lui

il signor x

aveva fatto

la stessa fine. -

 231

 

- devi sapere

 

lasciar

la tavola

quando

la tua parte

ti è stata

data

 

ma il signor x

sebbene invitato

non si era

ancora

seduto. -

 

[su tema di Jacques Brel]  

 232

 

- brutto

 

illudersi

nella vita

di essere

ciò

che non si è.

 

il signor x

si era illuso

nella sua

cuccia di cane

di essere

un gatto. -

 233

 

- il signor x

 

era gioco

non

giocattolo -

 234

 

- era verso

 

mezzanotte

quando

il signor x

incamminandosi

per il monte

di una venere

araba

si mise a

canticchiare

(di modest petrovič mussorgskij)

una notte

sul monte calvo -

 235

 

- forse aveva

 

ragione

salwa al-neimi

dicendo

che avrebbe risposto

al pensatore

la prova

della dolcezza

del miele

è il miele stesso

 

per il signor x

però

anche lei

dissimulava

 

nel suo

raccontarsi

non aveva detto

una sola parola

sull’ape

e la sua

apina -

 

[su tema di Ibn al-‘Arabi]

 236

 

- chiunque incontrasse

 

il signor x

lo invitava

a casa sua.

e se

l’arrivato

condivideva

il suo van gogh

allora

gli dava

anche

le chiavi.

poco importava

che qualcuno poi

se ne andasse

senza

nemmeno

un saluto.

 

da sempre

la sua

era la casa

di snoopy -

 237

 

- che l’

 

amor proprio

non sia

proprio amore

al signor x

non era

così

evidente -

 238

 

- quando

 

al signor x

fu chiesto:

cosa

ti aspettavi

da me?

rispose:

niente

 

ma

anche quello

era troppo -

Pagina: Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 Prossima
 
 lavori
 :: - Ho lasciato la strada vecchia per la nuova - come Cristoforo Colombo -
 :: appunti di viaggio
 :: eventi-mostre
 :: frammenti
 :: il dubbio e la certezza
 :: il gatto dalle unghie gentili
 :: il gioco nel mondo
 :: il lione e la gazella
 :: il signor x
 :: io il piccolo principe
 :: la 500 rossa
 :: la finestra [corto]
 :: lettere a maria
 :: marginalia
 :: poes?a 1
 :: poster
 :: storie di cose incontrate
 :: storie di graffi
 :: svite d'artisti
 :: t-shart
 :: una storia zuccherata

 elenco aggiornamenti
 :: data-voce

 libri
 ::  il signor x [Finzi Editore - Tunisi]
 :: I MONACI, LA MASCA E LA STREGA

 testi tradotti
 :: "السيد "ايكس
 :: arabo
 :: francese
 :: inglese
 :: olandese
 :: tedesco

 web partners

 

il gioco nel mondo

giocarsi

barberìa ensemble

Il Corriere di Tunisi

il foglio

 

 


 Archivio
 :: 438 
 :: 439 
 :: 440 
 :: 442 
 :: 447 
 :: 435 
 :: 434 
 :: 433 
 :: 432 
 :: 431 
 :: 426 
 :: 427 
 :: 428 
 :: 429 
 :: 430 
 :: 425 
 :: 422 
 :: 423 
 :: 424 
 :: 421 

delfino maria rosso - gli anni di carta - copyright © 2005 - powered by fullxml